C’è nel silenzio che mi circonda

la parola immensa

che spesso si rivolta

come un agitata foglia al vento,

e parla come un silenzio

innato di frasi e concetti andati,

di voli speciali

isole esplorate,

mari dalle onde piene

scogli accarezzati.

C’è nel mio sguardo abbandonato

il chiaro cielo azzurrato

tutta la tempesta calmata,

la nuvola dispersa

e la pioggia, tanta,

evaporata al sole

di una spiaggia solitaria.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web