– Il Fatto Quotidiano

Comunicazione ufficiale inviata nel pomeriggio dalla Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport, Valentina Vezzali, nella quale viene indicata la percentuale di almeno il 25% di tifosi che potranno assistere ai 4 match in programma nella Capitale a partire dall’11 giugnodi

F. Q. | 13 APRILE 2021 Victor Osimhen, la sua infanzia e quella foto di una donna con una gamba che vende acqua per strada: grazie ai social è riuscito a trovarla Europei, per rispondere a Erdogan il premier Draghi segna la strada della ripartenza: dopo il sì ai tifosi allo stadio difficile imporre chiusure Kitikaka – La “cammellanza” di Lele Adani alla Bobo Tv: una solenne, ermetica, lettura teorica tranchant del calcio giocato Olimpiadi Milano-Cortina, gli ambientalisti in Veneto: “Tra impianti e pista da bob, altro che impatto zero. Guardate gli effetti dei Mondiali” Ogni maledetto lunedì – Il senso del gol di Lewandowski e le stesse movenze di me al terzo gin tonic.

Simy <3C’è l’ok del governo alla presenza del pubblico sugli spalti nelle 4 partite di Euro 2020 in programma all’Olimpico di Roma a partire dall’11 giugno.

La comunicazione ufficiale è stata inviata nel pomeriggio alla Figc dalla sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Valentina Vezzali, nella quale viene indicata la percentuale di almeno il 25% di tifosi che potranno assistere ai tre match degli Azzurri e al quarto di finale.

“L’Italia e Roma ci sono! L’ok da parte del Governo alla presenza di pubblico nelle gare di Roma per Euro 2020 rappresenta una splendida notizia che trasmetteremo subito alla Uefa”, ha commentato il presidente federale Gabriele Gravina.A sbrogliare un dossier che rischiava di incartarsi – visto l’aut-aut della Uefa sia sulla presenza del pubblico sia sui tempi strettissimi per comunicare la disponibilità – è stato il presidente del Consiglio Mario Draghi.

La partita si è sbloccata dopo che la Turchia aveva avanzato la sua candidatura come “supplente” in caso di no di Roma. Negli scorsi giorni, l’Italia insieme a Spagna, Irlanda del Nord e Germania era rimasta nel limbo e l’organismo di Nyon aveva fissato in lunedì 19 la data ultima per comunicare la disponibilità a far disputare le partite in programma con almeno un quarto dei seggiolini occupati.

Sorgente: C’è l’ok del governo: sì al pubblico sugli spalti dell’Olimpico durante le partite di Euro 2020 – Il Fatto Quotidiano