– Il Fatto Quotidiano

I versamenti sono stati veloci, ma le cifre sono minime. “Ho preso poco più di 20mila euro a fronte di oltre 1 milione di ricavi in meno rispetto al 2019”, racconta Emanuele Silvestri, numero uno di una piccola impresa che si occupava di allestimenti per i congressi medici. I distributori che riforniscono hotel e ristoranti sono stati affossati dalle chiusure e quelli più grandi restano esclusi dagli aiuti. I negozi di abbigliamento, che hanno svenduto per sopravvivere, spesso non hanno registrato cali di fatturato sufficienti per avere il contributo. E tutti lamentano che non ci sono interventi per coprire i costi fissi

Sorgente: Decreto Sostegni, la delusione di commercianti, ristoratori e imprese: “Coprono il 2% delle perdite. Molti non saranno in grado di riaprire” – Il Fatto Quotidiano