Fornitura prioritaria di AstraZeneca e Johnson&Johnson ai medici di famiglia che vaccinano in autonomia nei propri studi per completare nel più breve tempo possibile la copertura degli over60: è la piena condivisione raggiunta tra le organizzazioni di categoria dei medici di medicina generale e la Regione Piemonte per dare un’ulteriore spinta alla campagna vaccinale. Per le prossime fasi, che coinvolgeranno le fasce di popolazione più giovani, verranno valutate in un successivo incontro le modalità di distribuzione dei vaccini Pfizer e Moderna anche per i medici di famiglia aderenti. L’assessore regionale alla Sanità Luigi Genesio Icardi ha commentato che “è stata scritta una nuova e importante pagina di collaborazione con i medici di famiglia, che produrrà un sostanziale rafforzamento della campagna vaccinale, non solo sul piano operativo delle inoculazioni, ma anche sul fronte, altrettanto determinante, della corretta informazione sui vaccini. Per uscire dall’emergenza abbiamo bisogno che tutti facciano la loro parte, e il Piemonte ancora una volta sta dimostrando di saper fare sistema”.