Comitati per la Buona Destra del Piemonte: La Lega si è arresa

Dopo tutte le proteste ed il mare di emendamenti presentato dalle opposizioni in Consiglio Regionale ha finalmente ritirato la sua proposta di Legge Regionale sul Gioco d’Azzardo.

“Una proposta che come Buona Destra abbiamo criticato fin da subito” – dichiarano i referenti dei Comitati Piemontesi per la Buona Destra – “ritenendola pericolosissima per la salute pubblica in un’epoca di grave crisi socio economica dilagante, come quella che stiamo vivendo. Una proposta nata per liberalizzare il mercato nascondendosi dietro il vessillo della tutela dei posti di lavoro senza prendere in considerazione le pericolose ricadute sulla salute pubblica e delle categorie più fragili”. 

“Dopo le aspre critiche che sono partite anche da esponenti della coalizione di maggioranza” – continuano – “accogliamo con favore questo dietrofront, seppur rammaricandoci delle tante giornate di lavoro del Consiglio Regionale che sono state perse, incentrando tutta la sua attività solo su questo tema. La situazione che il nostro Paese sta affrontando avrebbe richiesto maggior razionalità e più attenzione verso i troppi problemi quotidiani che incidono sulla vita dei cittadini piemontesi”.

“Come referenti dei Comitati per la Buona Destra del Piemonte” – concludono – “non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione per questa scelta, con la speranza che, quando la Lega proporrà una nuova proposta sul tema, questa possa essere oggettivamente più in linea con le esigenze del territorio e che, nella salvaguardia dei posti di lavoro, tuteli la salute pubblica e di tutte le categorie fragili”.

Comitati per la Buona Destra del Piemonte