Continuano i controlli degli uomini della Polizia Stradale di Alessandria sulle strade della provincia alessandrina.

Le scorse settimane a seguito di uno dei tanti controlli ai veicoli industriali da parte degli Agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme, è emerso che il conducente di un mezzo pesante, per tutto il mese di febbraio, ha viaggiato alla guida del suo potente veicolo industriale, tra la Lombardia e il basso Piemonte, senza rispettare i prescritti periodi di pausa e riposo.

Grazie alle nuove apparecchiature in dotazione (Police Control – Digifob) fornite dal Ministero dell’Interno, è stato possibile approfondire le verifiche sul tachigrafo digitale di cui il mezzo è dotato. 

Sono emerse reiterate violazioni relative al mancato rispetto dei periodi di riposo settimanale e delle ore di guida.

Il conducente del veicolo industriale è stato sanzionato per tutte le violazioni previste dal Reg. CE 561/2006 e con la pesante sanzione prevista dall’art. 174 del cds di oltre 1000,00 euro.

Inoltre, è stato segnalato il tutto anche all’Ispettorato del Lavoro che farà le opportune verifiche presso la sede dell’impresa proprietaria del mezzo, quale datore di lavoro, per le violazioni che in alcuni casi sono anche penali.

Si evidenzia come la guida ben oltre i termini temporali consentiti (9/10 ore al giorno interrotte da pause), il rispetto delle complessive 56 ore di guida settimanali e il rispetto del riposo settimanale (almeno 45 ore), siano fondamentali per la sicurezza della circolazione stradale di un mezzo che raggiunge i 462 q.li di peso complessivo.

La Polizia Stradale alessandrina, anche grazie alle nuove dotazioni di apparecchiature per la lettura e l’esame dei tachigrafi digitali, già da mesi ha avviato tutta una serie di controlli specifici per la verifica del rispetto degli orari di guida e di riposo.

digifob