Nelle prossime ore si saprà qualcosa di più chiaro sul cashback, il metodo anti evasione, che permette di recuperare il 10% sugli acquisti fatti con carte do credito o bamcomat nei negozi e centri commerciali, la scadenza attuale, infatti, è il 30 giugno.

Il cashback era stato fortemente voluto dal governo Conte per contrastare l’evasione fiscale e disincentivare gli acquisti on line.

Il fatto che non sia rientrato tra le soluzioni finanziabili con i 221 miliardi Ue non implica necessariamente che il destino del cashback sia segnato

“Cashback, niente fondi Recovery: cosa può succedere dal primo luglio – Il Sole 24 ORE” https://amp24.ilsole24ore.com/pagina/AE6F8ED