– Il Fatto Quotidiano

Un vademecum con le regole per accedere al Superbonus del 110% sull’eliminazione delle barriere architettoniche.

Lo ha preparato l’Associazione Luca Coscioni, con la collaborazione di Confedilizia, per aiutare i cittadini che hanno bisogno di risposte sull’applicazione della norma introdotta nell’ultima legge di Bilancio.

“Ovviamente per poter accedere a un beneficio di questo tipo occorre il supporto di figure professionali che possano supportare tecnicamente il progetto e la relativa richiesta, come accade per gli altri Superbonus”, spiega Rocco Berardo, coordinatore delle attività per i diritti delle persone con disabilità dell’Associazione Luca Coscioni.

I soggetti con disabilità grave, indipendentemente dall’età, hanno diritto alla detrazione per le spese per l’installazione di una serie di strumenti idonei a favorire la mobilità. La manovra prevede poi l’applicabilità anche nel caso in cui gli interventi vengono effettuati in favore di persone over 65.

Il Superbonus spetta ai condominii residenziali, all’unico proprietario di un piccolo edificio (non superiore a 4 unità immobiliari), alle persone fisiche su edifici unifamiliari o su unità (site in edifici plurifamiliari) con ingresso autonomo e funzionalmente indipendenti nonché ad enti quali Onlus e simili.

Tra i vari interventi inclusi nel calcolo del Superbonus ci sono, per citarne alcuni, gli impianti solari fotovoltaici (e sistemi di accumulo) connessi alla rete elettrica su edifici e l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Sorgente: Superbonus 110%, come chiedere la detrazione per interventi di eliminazione delle barriere architettoniche. Ecco il vademecum – Il Fatto Quotidiano