Da Pinterest

Colonne di cemento non mi lasciano spazio,

Soffocanti mi spingono all’angolo e la paralisi mi blocca,

Tenaglie mi spremono e un dolore fitto non lascia scampo,

La rabbia sale per l’impotenza che aumenta.

Odio questo posto e queste persone che mi circondano.

È veleno per me. Lo vedo uscire dal suono tossico delle voci.

Si nutrono dell’energia succhiata dalla mia anima come vampiri,

Cado in un buco nero, un pozzo senza fondo, un ascensore per l’inferno.

Non posso resistere ancora e rifletto intorno a me, le mie ombre nere.

Michela Santini

http://www.raggiodisoledotblog.wordpress.com