Tania Di Malta: Preghiera d’aprile

Preghiera d’aprile

Non avvilirti quando tutto si sfalda come una cialda troppo a lungo nella scatola di latta.

Nessuno ti può sconfiggere, solo tu puoi, se offri l’arma. Non idealizzare nessuno,  perché le tue orecchie non reggeranno il tonfo del fantoccio che cade. 

Dona, sempre e a piene mani, anche se i beneficiari della tua generosità sono pronti a venderti per un piatto di lenticchie, dona sempre e dimentica di averlo fatto. 

Infine perdona, ma si, perdona tutti, ma non per partito preso o peggio ancora per religione. 

Perdona perché l’odio imbruttisce e tu sei bella, bellissima e intelligente (furba magari no, ma intelligente si) Lo eri a due anni a dieci, a venti, quaranta, cinquanta e lo sei ancora oggi, quando ti ricordi di sorridere. Eri bellissima, dentro e fuori, per questo nessuno  te lo ha mai perdonato.

Tania Di Malta