Carabinieri di Casale Monferrato: prevenzione e repressione truffe, in particolare quelle online

I Carabinieri di Casale Monferrato hanno impiegato molte risorse investigative nel campo della prevenzione e della repressione delle truffe, in particolare quelle online, sempre più frequenti e sempre più elaborate, denunciando:

  • un 36enne e 44enne, entrambi crotonesi e con pregiudizi di polizia, i quali, con un falso annuncio riguardante la vendita di un motociclo, si facevano versare mille euro su una carta Postepay intestata al 44enne, rendendosi successivamente irreperibili e non consegnando il motociclo;
  • un 23enne residente in Provincia di Catania, con precedenti di polizia, poiché, sostituendosi a un noto sito di e-commerce, avrebbe proposto la vendita di untelefono cellulare del valore di circa 400 euro, facendoseli accreditare sul proprio conto corrente e non recapitando la merce, rendendosi poi irrintracciabile.

I Carabinieri hanno inoltre denunciato un 60enne con pregiudizi di polizia per falsa dichiarazione a un Pubblico Ufficiale sulla propria identità, poiché, in seguito a un controllo all’interno di una farmacia, forniva generalità false agli operanti che gli contestavano il mancato uso della mascherina di protezione e che contestualmente procedevano a sanzionarlo amministrativamente per la violazione delle norme anti-Covid.