Ciao sono Pablo,
Vorrei raccontarvi la mia storia…. Da quando sono nato, sono stato un po’ sfigatello!!
Ma per fortuna quasi 6 anni fa, vennero a trovarmi due ragazzi…. io ero vicino ai miei fratelli e tutto volevamo che scegliessero uno di noi!!! Al ragazzo piaceva il mio fratellino tigrato, ma la ragazza guardava me e mi sorrideva commossa!!! Non per vantarmi ma io ero davvero il più bello e pacifico ; con molte titubanze alla fine fui io il prescelto !!! Ero gasatissimo!!! Dopo meno di un mese ero a casa loro!!! Vennero a prendermi zia Marti e papà , la mia futura mamma lavorava tanto…
Appena arrivato, lei mi accolse con un po’ di paura nel farmi male, io ero il suo primo 🐶 cagnolino!!! Da lì io e lei diventammo inseparabili…. Ma io e i miei genitori ne abbiamo passate tante!!! Io avevo un problema congenito… diciamolo pure, ero un po’ difettoso dentro…. ma mamma e papà misero sempre la mia salute sopra ogni cosa!!! Mettevano via i soldi per curarmi, mamma lavorava tanto, era precaria e ha dovuto sempre rimboccarsi le maniche per far quadrare i conti e salvarmi !!! Non sto a raccontarvi i diversi interventi o i tanti ricoveri…. Poi finalmente 6 mesi fa, trovammo un medico a dir poco meraviglioso… Federico Massari il mio Angelo, era riuscito a curarmi facendomi tornare un cagnolino normale … Finalmente dopo 5 anni di vita particolare, avrei potuto mangiare, giocare e bere come tutti i miei amici cagnolini!!!! Ragazzi era una cosa super figa!!!! E per 4 mesi è stato meraviglioso, poter bere e mangiare senza più vomitare!!! Giocavo con la mia tanto amata palla e non vomitavooooo….Ma purtroppo ennesima sfiga, Martedì inizio a respirare male, mi sentivo soffocare fino ad arrivare alla sera che il mio cuoricino era un po’ troppo stressato e impaurito !!! Ma la mia mamma e papà corsero per portarmi nella clinica più vicina per salvarmi ancora una volta!!! Ma sapevo che forse era il caso di andare…. mia mamma era sicura che anche questa volta ce l’avrei fatta!’ Ma ero stanco, non avrei mai voluto lasciare la mia mammina, le mi ama molto ed io uguale!! Ero la sua ombra!!! So che adesso lei sta soffrendo tanto e mi porterà sempre nel cuore, ma io dovevo andare… anche io avevo voglia di passare a miglior vita!!! Purtroppo ero nato un tantino difettoso, ma posso solo ringraziare la mia famiglia per tutto quello che hanno fatto senza riservarsi di nulla. Grazie papà, grazie mammina mia, grazie sorellina per avermi amato tanto, grazie nonna perché sei speciale, grazie Zia Marti, grazie Santhi, grazie zio Andre, grazie zio Gianpi e zia Alessia per avermi fatto vivere bene, grazie a tutti. Sono stato davvero un cagnolino molto fortunato. Ciao da Pablo.

Il lutto che procura la perdita di un cane meriterebbe il riconoscimento dei tre giorni previsti per i familiari stretti.

Il dolore non è diverso e nemmeno la burocrazia da sbrigare.

Un abbraccio alla mia amica Valeria, con tutto il cuore.