Ogni anno uomini e donne di cultura e origine diverse si affiancano allo staff del FAI nel rendere concreta quella missione di tutela e valorizzazione del patrimonio d’arte e natura italiano in cui la Fondazione si impegna dal 1975. Lo fanno nei Beni del FAI dove offrono il loro contributo volontario in una pluralità di funzioni: accoglienza del pubblico e assistenza dei visitatori, raccolta di iscrizioni, aiuto per l’attività dei negozi, degustazione dei prodotti a marchio FAI, lavori di piccola manutenzione, attività nel verde e molto altro ancora. Lo fanno nella rete delle Delegazioni FAI, presenti capillarmente in tutta Italia, dove offrono un contributo fondamentale al radicamento della Fondazione sul territorio, alla valorizzazione dello stesso, all’organizzazione e alla promozione di un ricco calendario di appuntamenti locali e soprattutto alla realizzazione delle Giornate FAI di Primavera e delle Giornate FAI d’Autunno, attualmente i più importanti eventi culturali dedicati alla riscoperta della bellezza nascosta e ancora poco conosciuta del nostro Paese.

Il FAI è il frutto delle persone che lo vivono, dei loro sogni, delle loro peculiarità, delle loro passioni. Una moltitudine vivace, creativa, intraprendente, che dal 1975 è cresciuta ininterrottamente anno dopo anno, arrivando a coinvolgere oltre 8.000 volontari in tutta Italia, uniti da un’unico importante convinzione: il patrimonio d’arte, natura, cultura e bellezza è l’eredità più preziosa del nostro Paese e merita di essere riscoperta, tutelata, valorizzata ogni giorno. Per farlo non basta restare spettatori ma bisogna diventare attori di questo spettacolo straordinario, perché, come ci ha ricordato ogni giorno la nostra fondatrice Giulia Maria Crespi, solo facendo i sogni possono diventare realtà. “Sogni? Si Sogni! A furia di sognare, si riesce a portare nel concreto ciò che si sogna”. Giulia Maria Crespi

Per questo il FAI ogni giorno apre le porte a tutti coloro che desiderano impegnarsi concretamente a sostegno della bellezza dell’Italia, offrendo il proprio contributo come volontari e promuovendo un fare che fa bene a tutta l’Italia ma anche alle persone che scelgono di vivere in prima persona questa esperienza.

Arricchisci il tuo tempo libero prendendoti cura di luoghi pieni di bellezza, i Beni del FAI, insieme a persone che condividono le tue stesse passioni. Parchi e castelli, dimore storiche e aree naturali: sono davvero tanti i luoghi che restauriamo e apriamo al pubblico in tutta Italia. Come volontario del FAI per uno dei nostri Beni potrai essere parte di questo grande progetto di tutela del patrimonio nazionale di arte e natura. Decideremo insieme quali compiti affidarti, tenendo conto delle tue preferenze e attitudini. Le attività che potrai svolgere nei Beni FAI:

ACCOGLIENZA/ASSISTENZA AL VISITATORE Sarai tu ad aprire le porte di questi luoghi straordinari e sarai un punto di riferimento a disposizione di tutti i nostri visitatori, contribuendo a rendere la loro esperienza di visita arricchente e piacevole.

BOOKSHOP Sarai il protagonista di quel momento prezioso in cui i visitatori scelgono il ricordo del FAI che vorranno portare a casa con sé: una lettura, un oggetto unico, un sapore autentico.

EVENTI I Beni del FAI si rinnovano a ogni visita e parlano a tutti grazie a un ricco calendario di eventi: potrai essere al nostro fianco nel realizzarli e… nel viverli.

MANUTENZIONI I Beni del FAI ogni giorno hanno bisogno di attenzioni per mantenere inalterata la loro bellezza. Potrai aiutarci nelle piccole manutenzioni e in tante altre attività quotidiane.

CURA DEL VERDE Gli spazi verdi dei nostri luoghi sono preziosi. Potrai contribuire a valorizzarli prendendotene cura.

Giornate FAI di Primavera

Giornate FAI di Primavera

il 15 e 16 maggio 2021 apriamo le porte dell’incredibile

Giornate FAI di Primavera

Torna la più grande festa di piazza dedicata al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. 600 aperture in oltre 300 città in tutta Italia, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria

Ville e parchi storici, residenze reali e giardini, castelli e monumenti che svelano spazi sorprendenti, aree archeologiche e musei insoliti; e ancora, orti botanici, percorsi naturalistici da godersi anche in bicicletta, itinerari in borghi che custodiscono antiche tradizioni: anche quest’anno le 600 aperture in oltre 300 città proposte in occasione delle Giornate FAI di Primavera – organizzate, disposizioni governative permettendo, sabato 15 e domenica 16 maggio nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria – ben racconteranno l’eccezionale varietà del patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese.

Nel 2021 la manifestazione di punta del FAI, accolta sempre con gioia e speranza e diventata ormai irrinunciabile per tantissimi italiani che amano stupirsi di fronte alle bellezze spesso poco conosciute che ci circondano, sarà anche una preziosa occasione per spiegare, attraverso l’attenta scelta dei luoghi e la narrazione che ne verrà fatta, la nuova visione culturale della Fondazione – presentata a marzo in occasione del XXV Convegno Nazionale dei Delegati e dei Volontari – che vede l’Ambiente come indissolubile intreccio tra Natura e Storia e la Cultura come sintesi delle scienze umane e naturali. E l’Italia, come nessun altro paese al mondo, è ricca di esempi di come la co-evoluzione armonica di Natura e Uomo abbia creato paesaggi unici.

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro tra la Fondazione e la gente, sono anche un importante evento di raccolta fondi: prendervi parte permetterà infatti di sostenere la missione del FAI in un momento particolarmente delicato. Per farlo il pubblico potrà effettuare una donazione libera – del valore minimo di 3 € – e anche sottoscrivere l’iscrizione annuale, online oppure in piazza durante la manifestazione. La donazione online consentirà di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti disponibili saranno limitati.

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Montecastello