I Carabinieri della Compagnia di Acqui Terme, unitamente all’ARPA di Alessandria, a seguito di un sopralluogo congiunto presso un laboratorio artigiano di falegnameria, hanno riscontrato la presenza di un ingente e indiscriminato accumulo di materiali derivanti dallo scarto delle lavorazioni, oltre ad ammassi di rifiuti pericolosi e non pericolosi, attestati negli ampi spazi a disposizione del laboratorio artigiano.

Tra questi, sono state trovate batterie dismesse di autoveicoli, grandi quantitativi di olii esausti e accumuli di materassi, che rendevano l’area una vera e propria discarica abusiva.

Nei confronti del titolare dell’azienda è pertanto scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Alessandria per violazione dell’art. 256 bis D.Lgs. 152/2006, che prevede altresì il sequestro preventivo penale dell’area interessata, in attesa dei provvedimenti di bonifica che verranno imposti dall’Autorità Giudiziaria.