Paolo Bobbio nuovo Presidente della Lega Navale Italiana di Alessandria

Alessandria: Con atto del 16/04/2021 la Sezione di Alessandria è stata trasformata in DELEGAZIONE e con il medesimo atto è stato incaricato dal Direttore Generale Contrammiraglio (a) Gabriele BOTRUGNO il Sig. Paolo Giuseppe BOBBIO a ricoprire le carica di Presidente. 

Un momento di svolta e rilancio delle attività della storica Sezione di Alessandria fondata nel 1975 e che fino allo scorso anno aveva la sede in Via Piacenza 33, mentre oggi, in seguito ad un accordo di collaborazione con l’Aeroporto di Alessandria, trova accoglienza nella struttura di Viale milite ignoto 19.

“Metti il mare al centro” è la parola d’ordine della LEGA NAVALE ITALIANA ma anche della compagine mandrogna che conta circa 40 inscritti (ma nel passato arrivò fino a 130 adesioni). 

Obiettivo principale è recuperare il rapporto con le scuole dopo questa triste parentesi pandemica, al fine di sensibilizzare sempre più giovani alle problematiche ambientali che affliggono il pianeta, con particolare riguardo per il mare. 

“Vogliamo trasferire ai ragazzi – afferma il neo Presidente Paolo Bobbio – l’amore per il mare, nostra fonte di vita, e per le discipline sportive ad esso correlate. Divulgare e far conoscere le professioni del mare, così importanti per cercare nuove ed appaganti carriere professionali. In tal senso è diretta la programmazione per l’autunno 2021, che prevede giornate in aula con i bambini della scuola primaria, con laboratori escursioni e concorsi. Incontri di approfondimento con le scuole medie nell’ambito delle giornate di orientamento in collaborazione con i primari Istituti Nautici e le Accademie. Avvicinamento alla vela da diporto per tutte le età e avviamento alla nautica in generale per giovani e diversamente abili. Sarà un programma ricco, per testimoniare la tradizione marinaresca alessandrina, che affonda le proprie radici nelle figure storiche come l’ammiraglio Vittorio Moccagatta (Medaglia d’Oro al Valor Militare), eroe con Teseo Tesei dell’operazione Malta 2, o dell’illustre concittadino nostro socio e Delegato Regionale della LNI, il compianto Ammiraglio Castelletti”.  

  __________________________________________________________________________________________

CHE COSA E’ LA LEGA NAVALE ITALIANA

La Lega Navale Italiana riunisce in Associazione cittadini che volontariamente operano per diffondere nel popolo italiano, in particolare tra i giovani, l’amore per il mare e la conoscenza dei problemi marittimi, sviluppando iniziative promozionali, culturali, sportive, ambientaliste e naturalistiche idonee al conseguimento degli scopi statutari. Essa promuove e sostiene anche la pratica del diporto e delle altre attività nautiche e sviluppa corsi di formazione professionale, di concerto con le Amministrazioni pubbliche e le Federazioni sportive del CONI.

L’Associazione vanta ben oltre un secolo di vita, essendo stata fondata a La Spezia nel 1897 ad opera di un piccolo gruppo di appassionati del mare, uniti dal comune ideale di risvegliare nell’allora giovane Regno d’Italia, l’amore e l’interesse nei confronti di una coscienza marinara, che non doveva certo mancare in un Paese come il nostro, sia per la sua storia, sia per la sua posizione geografica. 

Oggi, la L.N.I. è un Ente Pubblicopreposto a servizi di pubblico interesse che opera sotto la vigilanza dei Ministeri della Difesa e delle Infrastrutture e Trasporti. Allo stesso tempo, è anche Associazione di Protezione Ambientale e svolge attività di Promozione e utilità Sociale, ispirandosi ai principi della Legge 7 Dicembre 2000 n° 383. 

Intensa è anche la collaborazione con le Amministrazioni Regionali e Locali, regolata da un Accordo Quadro nell’ambito della Conferenza Stato/Regioni, e formalizzato con singoli Protocolli d’Intesa, con i quali le Regioni e la Lega Navale convengono di sviluppare e portare a compimento programmi ed accordi coordinati di interventi ed individuare congiuntamente ogni possibile ulteriore forma di collaborazione.

L’Associazione può contare su circa 60.000 Soci iscritti, su un complesso di 80 Basi Nautiche e oltre 250 Strutture Periferiche fra Sezioni e Delegazioni presenti su tutto il territorio nazionale, che rappresentano lo strumento attraverso il quale persegue le sue finalità.