– Il Fatto Quotidiano

Esultano i senatori pregiudicati: potranno presto riavere il loro vitalizio. Palazzo Madama ha confermato anche in appello la sentenza che in primo grado aveva restituito l’assegno a Roberto Formigoni, nonostante la condanna per tangenti. A deciderlo è stato il consiglio di garanzia del Senato, cioè l’organo di secondo grado che decide le controverse interne a Palazzo Madama.

In pratica il tribunalino interno del Senato ha confermato la sentenza della commissione Contenziosa, che il 13 aprile aveva resituito il vitalizio a Formigoni.

La decisione è passata per tre voti a due. Hanno votato per il ripristino dell’assegno il berlusconiano Luigi Vitali, che presidente la commissione, e i leghisti Pasquale Sepe e Ugo Grassi (ex M5s).

Contrari Alberto Balboni di Fratelli d’Italia e Valeria Valente del Pd.

Con questa decisione viene cancellata di fatto la delibera con cui Pietro Grasso, nel 2016, aveva eliminato il privilegio per i senatori condannati a pene detentive superiori ai due anni di carcere.

Sorgente: Vitalizio al corrotto Formigoni, Forza Italia e Lega senza pudore: al Senato confermata la restituzione dell’assegno ai condannati – Il Fatto Quotidiano