PER FRONTEGGIARE LA CRISI DERIVATA DAL COVID

Riparti Novi, le azioni dell’Amministrazione comunale

Novi Ligure: Continuano le azioni concrete messe in atto dall’Amministrazione Comunale per fronteggiare la crisi economica e sociale derivata dal Covid. 

Anzitutto l’economia: anche nel 2021 verrà erogato il Bonus Novi, contributo a fondo perduto a favore di commercianti e artigiani novesi per ulteriori 150.000 euro, che vanno ad aggiungersi ai 1000 euro erogati già nel 2020 a ciascuno dei 145 commercianti o artigiani che ne avevano fatto richiesta attraverso l’apposito bando predisposto dalla Giunta Comunale. 

Altri 100.000 euro saranno erogati attraverso i Buoni Spesa, dedicati a coloro che hanno avuto un decremento del reddito a causa del Covid.

Durante la pandemia per tante famiglie è diventato difficile anche sostenere la spesa per le utenze: per questo motivo l’Amministrazione Comunale erogherà 100.000 euro al Consorzio Servizi alla Persona affinché, dopo aver analizzato le situazioni economiche dei richiedenti, accordi il necessario aiuto al pagamento delle bollette. 

Sempre al Consorzio Servizi alla Persona verranno destinati 30.000 euro, da erogare, con le stesse modalità, ai disabili che si trovino in condizioni di particolare difficoltà finanziaria a causa del Covid. 

Il supporto del Consorzio Servizi alla Persona si rivela, come in passato, prezioso; tra il suo valido personale, infatti, annovera anche professionalità come quelle degli assistenti sociali, con specifiche competenze per verificare e supportare le richieste di aiuto dei cittadini in difficoltà. 

«La ripartenza non deve essere solo economica – dichiara il Sindaco Gian Paolo Cabella-, ma anche psico-fisica e lo sport ne è un elemento essenziale. Per questo, assieme alla Giunta Comunale e in particolare all’Assessore Andrea Sisti, abbiamo previsto un fondo di oltre 30.000 euro da destinarsi, a fondo perduto, alle Associazioni sportive novesi. Il periodo che abbiamo appena affrontato è stato difficilissimo e ancora ci attende tanto lavoro per superarne le conseguenze – prosegue il Sindaco – ma noi continuiamo a lavorare costantemente e senza clamori per il bene dei novesi, per la ripartenza economica e sociale della città».