– Il Fatto Quotidiano

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali, il cosiddetto Sostegni bis. Un provvedimento atteso dallo scorso 22 aprile, quando il Parlamento aveva dato il via libera allo scostamento di bilancio da 40 miliardi di euro.

I ristori a fondo perduto previsti ammontano complessivamente a 15,4 miliardi. Ai lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e dello sport sarà invece riconosciuta un’indennità una tantum di 1.600 euro.

Agli stessi lavoratori il primo dl sostegni aveva destinato un’indennità di 2.400 euro. Non sembra essere stato inserito nel decreto invece il cosiddetto “superbonus per le imprese“, ovvero la proposta di concedere alle aziende che usufruiscono del credito di imposta Transizione 4.0 per l’acquisto di beni strumentali necessari alla trasformazione tecnologica o digitale di cedere quel credito ad altri soggetti comprese le banche. La misura era stata chiesta dal Movimento 5 Stelle.

Sorgente: Sostegni bis, via libera del Cdm: 15,4 miliardi per i ristori. La nuova indennità agli stagionali e il contratto di rioccupazione: le misure – Il Fatto Quotidiano