– Il Fatto Quotidiano

Eu Digital Covid Certificate, cioè certificato Covid Ue digitale. Il nome è diverso, ma il succo è lo stesso: è il green pass che permetterà di semplificare la libertà di movimento in Europa e che ora è prossimo a diventare realtà.

Dopo giorni di trattative, nell’odierno trilogo tra Commissione, Consiglio Ue e Parlamento Europeo è stato trovato un accordo forte per dare il via al provvedimento, anche se – come specificano fonti parlamentari di Bruxelles – non sarà “una precondizione per esercitare il diritto alla libertà di circolazione“. Il certificato dovrebbe provare l’avvenuta vaccinazione con vaccini approvati dall’Ema (per quelli non approvati la scelta se riconoscerli o meno spetterà agli Stati) o la negatività ad un test.

Per quanto riguarda la guarigione dal Covid, l’utilizzo dei test sierologici come prova sarà possibile solo più tardi, con un atto delegato, sulla base di “evidenze”. Il regolamento entrerà in vigore dal 1 luglio 2021 e resterà valido per un anno.

Sorgente: Green pass per muoversi tra i Paesi Ue una volta vaccinati, guariti o negativi ai test: c’è l’intesa. Al via da luglio: come funziona – Il Fatto Quotidiano