Il passato bussa alla porta, di Patrizia Benetti

Il passato bussa alla porta di Patrizia Benetti è una raccolta di racconti gialli.

L’amico perduto. Il rifugio di Margherita. La gabbia dorata. Tutta la verità.

Nasce dalla voglia di narrare storie di forte intensità emotiva, in cui persone comuni, dotate di coraggio e umanità lottano per riportare a galla verità insabbiate. La lotta del Bene contro il Male ha sempre un grande fascino.

Il tempo non scorrerà invano, ma contribuirà a ricostruire i fatti, a mettere a posto tutti i tasselli di un mosaico che porterà alla scoperta della verità.

L’amico perduto. La misteriosa sparizione di un ragazzino di undici anni. La tenacia di Marco, compagno di giochi, nel sostenere che non si è trattato di un incidente.

Le sue sofferte indagini si protrarranno per quasi trent’anni ma alla fine gli daranno ragione. Francesco è stato ammazzato. 

Marco renderà giustizia al suo migliore amico. 

Il rifugio di Margherita narrato in prima persona da Nina, la tata che ha cresciuto

Alessandro, Pietro e Margherita De Micheli, figli di un ricco imprenditore.

Margherita, ragazza ribelle ed entusiasta della vita, sposa uno squattrinato play boy, contro il volere della famiglia. Si accorgerà sulla sua pelle della spregevolezza del marito. Dopo aver subito violenza aprirà una Casa-Famiglia che accoglierà donne disagiate come lei. 

Non si tirerà mai indietro davanti alle difficoltà e riuscirà a contribuire alla salvezza di giovani vite. La sua missione sarà fermata bruscamente, proprio da una delle ospiti. Margherita sarà pugnalata alle spalle da un’altra donna intenta a salvare il figlio: assassino e stupratore. 

La gabbia dorata. La modella Marian Capuani rimane vedova. Ancora giovane s’innamora di Giampaolo, che presto si rivelerà un potente malavitoso. Segregherà la moglie e la figlia di lei, Sabrina, quattordici anni, nella lussuosa villa di famiglia. Durante le vacanze estive la ragazzina, rimasta sola con una guardia del corpo, riesce a fuggire dando fuoco alla casa. 

Il gigante muore nell’incendio. Il patrigno, tornato a casa a sua insaputa, rimane orribilmente sfigurato.

Le due donne riescono a fuggire. Marian scoprirà, molti anni dopo, di essere malata di tumore e vorrà farsi seppellire vicino al marito. 

La figlia esaudirà il suo desiderio, mettendo a serio repentaglio la sua stessa vita.

Tutta la verità. Cristina si sveglia dal coma dopo cinque lunghi anni, quando ormai nessuno più se l’aspettava. 

La ragazza pensa di poter tornare a vivere serenamente però, pian piano le torna la memoria e scopre che tante cose sono cambiate e che la sua migliore amica e il suo compagno le hanno fatto tanto male.