– Il Fatto Quotidiano

La maggior parte dei Paesi Ue ha una legislazione che estende i crimini d’odio all’omotransfobia.

E in undici ordinamenti degli Stati membri, che diventano 20 se si considerano tutti i paesi del Consiglio d’Europa, non solo si puniscono le discriminazioni sull’orientamento sessuale, ma anche sull’identità di genere.

Ovvero proprio quel concetto contro cui, in Italia, si battono le destre, i cattolici e una piccola parte delle femministe.

Ad averlo inserito nei loro ordinamenti già da tempo sono invece Paesi come Svezia, Francia, Spagna, Portogallo, Irlanda, Belgio e Croazia.

E mentre il disegno di legge Zan è bloccato in Senato, a mostrare il ritardo del nostro Paese è il confronto con quello che avviene oltre confine da almeno dieci anni.

Sorgente: Omotransfobia, le leggi in Europa: nella maggior parte dei Paesi i crimini d’odio sono estesi a orientamento sessuale e identità di genere – Come funziona in Francia, Spagna, Svezia, Germania – Il Fatto Quotidiano