Casale Monferrato: Sabato online il video con i consigli di lettura della Biblioteca Civica Giovanni Canna

Il tradizionale appuntamento mensile con il direttore Luigi Mantovani alla scoperta dei libri da prendere in prestito

Torna l’ormai tradizionale appuntamento mensile con i consigli di lettura della Biblioteca Civica Giovanni Canna: sabato 29 maggio, infatti, sulla pagina www.facebook.com/BibliotecaCivicaGiovanniCanna/ sarà disponibile il video del direttore Luigi Mantovani.

Si ricorda che dallo scorso 19 maggio è di nuovo possibile accedere alla Biblioteca Civica, previa prenotazione, a due persone ogni mezz’ora. L’ingresso alle sale è consentito dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00 e il sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Per prenotare il proprio appuntamento, invece, è possibile telefonare allo 0142 444323 o scrivere all’indirizzo e-mail bibliote@comune.casale-monferrato.al.it.

Ed ecco i consigli di lettura di questo mese:

Narrativa

Paolo Lanzotti, I guardiani della laguna, tre60

Nella Venezia del 1753, durante la prima de La Locandiera di Carlo Goldoni, nel teatro Sant’Angelo, un duplice omicidio sconvolge la Serenissima.

Entra in azione Marco Leon, il più abile agente dell’Inquisizione di Stato, e l’intrigo (internazionale), come da migliore tradizione, si svelerà essere molto più complicato del previsto…

Paolo Lanzotti sceglie di raccontare con la popolare formula del giallo la Venezia settecentesca, restituendone abilmente l’atmosfera, sospesa tra fasto e inesorabile decadenza.

Gianluca Lioni, La processione dei fantasmi, tre60

Il giallo storico costituisce un sottogenere ormai consolidato nei cieli delle patrie lettere. Non fa eccezione questo romanzo di Gianluca Lioni ambientato nell’isola della Maddalena nel 1864, appena dopo l’Unità d’Italia. Mentre Bakunin sbarca a Caprera per incontrare Garibaldi, il capitano inglese Daniel Roberts, il maresciallo Tanchis e il brigadiere De Rosas si troveranno alle prese con un omicidio, le cui ragioni affondano in una regione grigia tra la modernità (l’Italia appena unita) e le tradizioni arcaiche della Sardegna.

Don Delillo, Il silenzio, Einaudi

Uno dei grandi della letteratura contemporanea (Rumore bianco, Underworld) torna con un piccolo libro a raccontarci le nostre paure. Quella ad esempio di un mondo reso muto: un black-out universale avvolge il pianeta nel silenzio. Com’è potuto accadere? Una piccola summa delle ossessioni di Delillo (e delle nostre).

Joyce Carol Oates, Blonde, La nave di Teseo

A vent’anni dalla prima uscita italiana, torna il romanzo della scrittrice americana dedicato a Marilyn. Fare un romanzo su un mito come la Diva per eccellenza è possibile? Raccontare un’immagine come Marilyn significa, per la Oates, dipanare le sue molte vite, mescolando magistralmente verità e finzione.

Saggi

Leonardo Sciascia, Questo non è un racconto, Adelphi

Nel centenario della nascita dello scrittore siciliano, escono in volume i suoi scritti sul cinema, che fu la sua travolgente passione, non solo giovanile. Infatti, i brevi testi, alcuni anche inediti, vanno dal 1958 al 1989, l’anno della morte. Sciascia parla del cinema altrui, dalle origini a quello contemporaneo, così come non trascura i film tratti dai suoi romanzi, con l’ironia e la partecipazione che sono le cifre inconfondibili della sua scrittura.

Adam Smulevich – Pierfranco Fabris, Sinagoghe italiane raccontate e disegnate, Edizioni Biblioteca dell’immagine

Si tratta di un piccolo libro raffinato sia nei testi e nei disegni che lo accompagnano: una storia d’italia letta e vista attraverso i luoghi sacri della religione ebraica e le storie ad esse legate. Tra le quarantadue raccontate e disegnate c’è anche quella di Casale.

Attilio Brilli, Il grande racconto del favoloso Oriente, Il Mulino

Brilli racconta magistralmente come tra Sette e Ottocento l’Oriente geografico divenga un luogo mitico di fuga dalla soffocante civiltà occidentale, che iniziava allora a farsi industriale e conformista. L’Oriente, vicino e lontano, diventa così il luogo del colore esotico e del rischio mortale, come anche della travolgente passione erotica e dell’appropriazione coloniale.

Brilli esamina questa mutazione con un occhio raffinato e una capacità affabulatoria unici, aiutato anche da un notevole apparato iconografico.

Casale Monferrato, 26 maggio 2021

Gabriele De Giovanni

Ufficio Stampa – Comune di Casale Monferrato