Federica Sanguigni: Ascolto la voce del vento insinuarsi lieve tra i miei capelli ribelli

Ascolto la voce del vento insinuarsi lieve tra i miei capelli ribelli e sussurrarmi antichi segreti e promesse nuove. È un mormorare quieto che placa il mio animo, una melodia che rapisce i sensi.

Mi piace chiudere gli occhi e sentire la carezza del vento sulla pelle, come il tocco gentile di un innamorato alla sua innamorata. 

Apro le braccia per accoglierlo come una madre il suo bambino, in un atto d’amore che non ha paragoni né li teme.

Chiudo la mano e lo sento muoversi tra le dita. Mi solletica e mi fa sorridere.

Amo il messaggio del vento quale lieta novella nel groviglio fitto di rami che si aprono e mi lasciano respirare mentre i ricordi sfrecciano lontano. 

Non ho più tempo per la nostalgia.

Il canto di questo giorno mi rapisce e mi restituisce alla vita.