Gregorio Asero: I MIEI MONDI REALI

Se mai giungerà a me il soffio del tuo alito 

sarà esso come la danza fra le stelle 

e il mio riso romberà più forte del tuono.

Oh ti prego non giocare alla mensa del mio amore 

perché gli Dei ti chiederanno conto 

e strapperanno i tuoi vestiti 

per darli in pasto al leone affamato.

Se mai riusciremo a mescere i nostri cuori 

nella spumeggiante coppa della vita 

a lungo ci disseteremo alle mammelle dell’amore.

E un vento carico dei profumi della terra

muoverà le onde del mio mare 

e le trascinerà a farci guanciale.

Ti prego lasciami sognare 

perché l’inganno dei miraggi 

riesce a sconfiggere gli orridi abissi 

della cruda verità.

Quanta dolcezza devo mettere nelle mie note 

per far nascere l’arcobaleno. 

Voglio illudermi che il mondo sia pieno di illusori ponti 

che ci portano su mondi reali.

.

da “Gaia”

Gregorio Asero 

copyright legge 22 aprile 1941 n. 633