Il mio fango diventerebbe preghiera, Alda Merini

Alma Bigonzoni

Se l’occhio solare del firmamento

potesse darti il gelo del mio cuore

– perché io non ti vedo

e tenebra mi sembra la luce

e ancora la luce tenebra –

se io potessi spingere il vascello della mia ira

contro il solo tormento

che sei tu mio scoglio,

e avvolgerti dentro le vele

di una grande carezza,

la mia disperazione diventerebbe fango,

il mio fango diventerebbe preghiera.

__Alda Merini__