Maria Clausi: LA RICERCA DELL’EFFIMERO

Un noto proverbio recita che non è oro tutto ciò che luccica.

Questo pensiero si può ben adattare anche alle situazioni,  alle relazioni umane, ai sentimenti.

Spesso si guarda alle cose con una visione distorta e le cose stesse assumono un significato diverso da quello reale.

Probabilmente tutto ciò accade perché non sempre si cerca ciò che vale davvero,  ciò che è autentico: spesso si va alla ricerca di ciò che è effimero e tutto quello che è effimero non può offrire gratificazioni o gioie durature.

C’è chi pensa di basare relazioni amorose sull’attrazione fisica e dà un ruolo di assoluta importanza al solo aspetto, dimenticandosi che l’aspetto muta ed anche in fretta e che un rapporto basato su basi cosi poco solide è destinato a morire presto.

C’è chi spera di trovare  gratificazione suscitando l’ammirazione degli altri: anche questo è effimero perché il parere dell’altro è assai mutevole.

Per trovare gioia piena bisogna poggiare l’esistenza su basi solide e probabilmente la prima di esse deve essere una sana autostima che non sfoci mai nell’autoesaltazione.

Dopo aver imparato ad amare sè stessi,  si può amare gli altri e si può ricevere autentico amore.

Solo allora l’autentico apparirà come autentico e l’effimero resterà effimero.

MC