Momenti di poesia. Riordinare, di Stefania Pellegrini

Avevo chiuso emozioni in un cassetto:
fogli bianchi … scritti
con colori e penne diverse,
poi il tempo aveva fatto il resto.
Erano tutti lì: sgualciti, ingialliti,
a tratti sbiaditi, impressi nella gioia,
strappati dal dolore.
Oggi mi sono detta:
è tempo di riordinare, rielaborare,
liberarmi di ciò ch’è stato,
come in un vecchio armadio
gettare ciò ch’è superato.
Ma le intenzioni fanno strada
ai timori,
non voglio ascoltare echi
di pietre smosse
ritrovare spine di rose rosse,
odori e suoni aspri,
lacrime di cera
su mozziconi di candele spente.
Certo il vento avrà spazzato
via le nubi
e il tempo, mi dico, onda su onda
dispiega voce nuova
addolcita di suoni e di umori.
Ma potrò guardare leggera
ai profili passati?

Stefania Pellegrini©