– Il Fatto Quotidiano

L’Agenzia europea per i farmaci (Ema) ha approvato l’uso di Biontech-Pfizer nei giovani dai 12 – 15 anni, dal 31 maggio Agenzia italiana (Aifa) ha dato il via libera all’estensione del vaccino ai giovanissimi.

A giugno, quindi, sono iniziate le vaccinazioni e gli open day, con il vaccino Comirnaty mirate proprio alla fascia d’età 12-15 anni, anche in Italia. Mentre sia in Israele che negli Stati Uniti i vaccini a mRna erano approvati da tempo, dai 16 anni in su dall’11 dicembre, mentre dai 12 ai 15 anni dal 10 maggio.

Anche Israele è molto avanti con le vaccinazioni ai minorenni, si sono registrate 275 miocarditi nei più giovani, tra i 16 e i 30 anni, sollevando l’ipotesi della correlazione con il vaccino tedesco-americano.

Secondo l’ultimo rapporto di vigilanza dei CDC – i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie negli USA -, dopo le vaccinazioni con Pfizer e Moderna, tra i 16 e 24 anni, si sono riscontrate miocarditi in numero superiore rispetto all’atteso.

Sorgente: Vaccini Covid, Cdc: “Abbiamo trovato uno squilibrio nei dati sulle miocarditi tra 12 – 24 anni”. Riunione per valutare il rischio di nesso – Il Fatto Quotidiano