SONY DSC

Carabinieri Tortona: Arrestati un 29enne e una 57enne italiani e un 29enne e una 29enne rumeni

Nella mattinata del 13 giugno 2021, a conclusione di complesse indagini e accertamenti, i Carabinieri della Compagnia di Tortona hanno arrestato un 29enne e una 57enne italiani e un 29enne e una 29enne rumeni per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e deferito in stato di libertà, a vario titolo, sei persone per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, false dichiarazioni destinate all’A.G., favoreggiamento personale, lesioni personali aggravate, porto abusivo di oggetti atti all’offesa, minaccia aggravata, porto abusivo di armi e omessa custodia.

A mezzanotte, perveniva una richiesta di intervento al NUE 112 presso l’Agriturismo “La Capanna” di Montegioco (AL) da parte di un dipendente, che segnalava una violenta lite tra il titolare del locale e alcuni avventori, con l’esplosione di armi da fuoco da parte di persone già in fuga a bordo di autovetture.

Nel mentre le pattuglie della Stazione di Viguzzolo e Garbagna si recavano presso il luogo dell’evento, i Carabinieri del N.O.R.M. percorrevano le possibili vie di fuga, intercettando le autovetture segnalate in Tortona, riuscendo a bloccare una in questa via Emilia, mentre l’altra proseguiva la marcia.

A bordo dell’autovettura venivano identificati una donna, quale conducente, e un uomo, quale passeggero. La perquisizione veicolare e personale permetteva di rinvenire all’interno dell’autovettura una mazza da baseball in legno della lunghezza di 65 centimetri, mentre la successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire complessivamente oltre due chilogrammi di marijuana e 9.000 euro in contanti, un bilancino di precisione, tre telefoni cellulari e un’agenda con riportati dati e cifre riconducibili all’attività di spaccio.

L’altra autovettura fuggita al controllo veniva intercettata e controllata dalla Stazione di Spinetta Marengo in San Giuliano Vecchio, con a bordo due persone.

Le successive perquisizioni permettevano di rinvenire nell’abitazione di uno dei due un bilancino di precisione e 2 grammi di marijuana, mentre nell’abitazione dell’altro, convivente con la madre, ritenuta anch’essa responsabile, cinque panetti di hashish per complessivi 331 grammi, 302 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e tre telefoni cellulari.

I Carabinieri di Viguzzolo e Garbagna, giunti sul luogo dell’aggressione, accertavano dopo una lunga e complessa ricostruzione che il titolare dell’agriturismo, irritatosi poiché sette avventori rifiutavano di lasciare il parcheggio del proprio locale, perché ormai prossimi all’orario del coprifuoco e in evidente stato d’alterazione alcolica, prelevava dalla propria autovettura una doppietta, poi risultata intestata al figlio, e li minacciava.

Almeno quattro avventori, di cui due identificati, aggredivano il titolare del locale riuscendo a disarmarlo e lo percuotevano più volte, anche con l’utilizzo dell’arma, per poi sparare due colpi in aria, prima di danneggiarla irreparabilmente e fuggire.