Novi Ligure: Consiglio Comunale del 14 giugno 2021

Il Consiglio Comunale svoltosi ieri sera, lunedì 14 giugno, si è aperto con la comunicazione ufficiale del passaggio di Francesca Chessa a Fratelli d’Italia e la conseguente uscita dal gruppo di Forza Italia. Nello spiegare le motivazioni della sua scelta, la Consigliera Chessa ha ribadito il pieno appoggio alla maggioranza che sostiene la Giunta Cabella. La notizia ha dato vita a un articolato dibattito al termine del quale il Sindaco ha precisato, al di là delle notizie apparse in questi giorni sugli organi di stampa, di non aver ricevuto nessuna richiesta ufficiale in merito a un eventuale rimpasto della compagine amministrativa o di un avvicendamento alla Presidenza del Consiglio Comunale.

Si è passati, poi, alla ratifica della seconda variazione del bilancio di previsione 2021-2023 e aggiornamento DUP. L’Assessore al Bilancio, Maurizio Delfino, ha spiegato che la delibera applica avanzo vincolato, circa 704.000 euro, e avanzo accantonato, circa 571.000 euro in particolare per il settore sociale. Tra le voci di spesa più salienti, si registrano 50.000 euro per giardini e verde pubblico, 60.000 euro per prestazione di servizi sul patrimonio comunale, 30.000 euro per viabilità e strade. La gran parte della manovra, però, è riservata al sociale con 100.000 euro destinati ai buoni spesa alimentare, 100.000 euro di trasferimenti al Csp (Consorzio Servizi alla Persona) per sostegno ai nuclei familiari, altri 535.000 per trasferimenti legati ad attività socio assistenziali, 123.000 euro di contributi per sostegno alle locazioni e 150.000 euro di contributi alle imprese. La manovra è stata approvata con 11 voti favorevoli e 6 contrari.

È stata approvata anche la ratifica della terza variazione bilancio che, come ha precisato l’Assessore Delfino, riguarda il ripiano delle perdite del Cit per circa 151 mila euro e che ha comportato il riconoscimento di debito fuori bilancio, già approvato dal Consiglio nella delibera che prevedeva la ricapitalizzazione dell’azienda di trasporti. L’Assessore, inoltre, ha informato l’Assemblea di essere prossimi all’indizione della gara a doppio oggetto per la selezione di un socio di maggioranza. Il documento ha ottenuto 8 voti favorevoli, 8 astensioni e uno contrario.

All’unanimità è stato approvato il recepimento del decreto ministeriale 151/2020 e il conseguente adeguamento del regolamento per il regime degli immobili in zone di edilizia economica popolare, al fine di rimuovere i vincoli di prezzo gravanti sugli immobili costruiti in regime di edilizia convenzionata e consentire la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà.

Sempre all’unanimità è stato approvato il nuovo schema di convenzione con la Provincia di Alessandria per lo svolgimento delle funzioni di centrale di committenza.

Infine, con 12 voti favorevoli e 5 astensioni, è stata approvata la convenzione per l’affidamento alla Provincia di Alessandria delle procedure espropriative per la realizzazione delle opere per la permeabilità della linea storica del Terzo Valico dei Giovi.