Cosa e’ questo barlume,

questo tratteggio delicato nel cielo

che si ostina a congiungere

a tratti i limiti laterali di uno spazio

sospeso e che difficilmente

si potrebbe unire, se non

tramite uno sguardo ambito,

equilibrato dalla necessita’,

tutta umana,

di comprendere l’infinito?

Forse e’ solo illusione,

abile paravento, il cielo,

che scompare ogni volta

che la luce del giorno  si spegne

per lasciare posto

al mistero di una volta

tutta punteggiata di stelle,

che a guardarla

con il naso in su’

ci lascia ogni volta

senza fiato.

BM 15/06/2021

Da: “Interrogativi”

Bruno Mattu