Matteo Bassetti: Covid, dobbiamo prepararci ad un nuovo modo di affrontare l’infezione anche nel futuro

Quello che dobbiamo dire è che in Inghilterra è vero che c‘è una ripresa dei contagi, ma grazie alla vaccinazione di massa, abbiamo delle forme di malattia molto blande, con quadri clinici simili al raffreddore. 

Il dato inglese deve farci preoccupare, perché è evidente che la variante Delta rappresenterà in autunno, quello che  a gennaio è stata la variante Alfa (ex inglese), e quindi dobbiamo prepararci ad un nuovo modo di affrontare l’infezione anche nel futuro. 

Non possiamo escludere nulla, magari nel prossimo inverno verrà fuori una variante Epsilon e teta

Ecco i rischi legati alla variante Delta o Indians secondo Il Public  Health England (PHE) con i dati su sintomi, misure di prevenzione e vaccini. Il vaccino dimostra una protezione per le ospedalizzazioni da Covid da variante Delta del 71% dopo la prima  dose e del 91% dopo la seconda per il vaccino di Oxford-AstraZeneca e del 94% dopo la prima dose e del 96% dopo la seconda del vaccino di Pfizer. Stessi risultati anche JJ e moderna. In UK crescono i contagi, ma grazie ai vaccini non crescono i ricoveri o i decessi. Il miglior  modo per combattere le varianti rimangono i vaccini

Intervista su News24.it

https://www.inews24.it/2021/06/25/bassetti-non-possiamo-escludere-che-in-inverno-ci-sia-altra-variante/?fbclid=IwAR29eDt0EaqgZjgFRpT2DKNyk3kB3LDQXt1jr_RL5u_e9QteqvXDmOCktmE