Molinari (Lega) su ex Ilva: “Siderurgia settore strategico, si torni a produrre a pieno ritmo. Rovinosa per l’occupazione la follia ideologica di chi voleva un parco giochi al posto dell’acciaieria”

“Come affermato anche dai vertici del sindacato oggi, la scelta del governo giallo fucsia di abolire lo scudo penale ad Accelor Mittal è stata una bomba che ha creato l’incertezza della situazione attuale”.  Così l’On. Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati, commenta la situazione dell’ex Ilva, al termine dell’iniziativa della Fim Cisl a Novi Ligure sul futuro dell’industria siderurgica.

“Bene ha fatto quindi la Lega – continua l’On. Molinari – ad uscire dal governo coi grillini anche per questo motivo: il tempo purtroppo ci ha dato ragione, la follia ideologica di chi voleva un parco giochi al posto dell’acciaieria ha messo a repentaglio migliaia di posti di lavoro”.

“Ora con il ritorno dello Stato nella compagine sociale – conclude il capogruppo della Lega alla Camera – occorre bloccare la richiesta di cassa integrazione e tornare a produrre a pieno ritmo.  L’esperienza della pandemia infatti ci ha insegnato che sui settori strategici occorre essere autosufficienti, e che non è più accettabile l’invasione sul nostro mercato di prodotti realizzati senza il rispetto degli standard europei ambientali e soprattutto sociali, con buona pace di chi negli ultimi anni ha additato di “sovranismo” queste posizioni di buon senso a difesa del lavoro e della produzione”.