– Ehi, la storia si fa davvero interessante – dice Pietro. – È come se avessi già visto o letto qualcosa del genere. Non si tratterà per caso di un film o di un romanzo? –

– Tu che ne dici? – risponde Francesco.

– A questo punto non so cosa pensare … è tutto così inverosimile. E poi, faccio ancora fatica ad accettare il fatto che tu possa aver avuto tutto questo interesse nei confronti di Maria.  È sempre stata una donna insignificante, l’unico dono che possiede … –

–  È il suo sedere. –

– Esatto! –

– Mi dispiace contraddirti, ma non è come pensi tu, ti assicuro che è una donna eccezionale. Una persona prima di giudicarla bisogna conoscerla bene. –

– Ne parli come se … ne fossi innamorato. –

– Sì, lo ammetto, sono follemente innamorato di lei. –

– Parli sul serio? –

– Sì, lo urlerei ai quattro venti. –

– No, stai scherzando. Non è possibile che ci si possa innamorare … di Maria, tanto meno tu. Ricordo che, nonostante lei mostrasse un forte interesse per te, non le hai mai rivolto uno sguardo degno di nota. –

– Sì, è vero. E sbagliavo, è come se fossi avvolto da una fitta nebbia, non riuscivo a vedere a un palmo dal naso, ed è strano, perché lei ha una luce talmente splendente che scalda il cuore. Tutto ciò è meraviglioso. Hai detto che questa storia non ti è nuova. –

– Sì, questa storia non mi è nuova … –