Boccaglio d’anice la prossima scoperta
di spezie mi arrampichi – all’unisono
aspiriamo questo fumo lieve, perdita d’identità

così è la chiave per entrare nel giro chiuso
della porta, quando si espone al massimo
la stanza indifesa, la schiena pronta
alla fionda improvvisa – senza dirlo

non sappiamo lo sballo: se piomba dall’alto
o è il segreto dell’acqua – acqua di falce
di dialogo sillabico, orbitale elettrico
il pari finire ascensionale – si continua, crisma

in un adesso si chiude il fianco agli orologi

che non si segni, il passo che allontana



Arte: Tamara de Lempicka