Foto Tony Frisina

La mia vecchia Alessandria, via Lumelli, quanti ricordi ormai lontani nel tempo

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Quando ho visto queste immagini su Facebook sono stato immediatamente assalito dai ricordi di un tempo lontano, quando ho trascorso la mia infanzia sino a 14 anni da mia nonna che abitava al piano terreno in un grande cortile con i balconi a ringhiera in via Lumelli, anni spensierati passati a giocare con altri bambini. 

Ricordo che nell’angolo opposto dove c’erano le due stanzette di mia nonna, c’era l’acetificio Barbesino. 

I giochi dell’epoca visti oggi sarebbero considerati semplici e improponibili per i bambini di oggi, ma per noi erano importantissimi visto che non avevamo altro con cui passare il tempo e poi rappresentavano un modo bellissimo e persino educativo per socializzare, anzi pensandoci bene l’unico.

Ricordo che dopo avere scambiato le doppie per completare la collezione giocavamo con le figurine e quando capitava che ci trovavamo in tanti facevamo il tiro alla fune, oppure nascondino, la lippa, ruba bandiera, mosca cieca, ecc.

Uno dei giochi preferiti era formare due squadre, ognuna delle quali cercava di avere gli elementi più bravi, per una partita di pallone che giocavamo sulla strada di solito davanti a casa di uno di noi, mettevamo due mattoni per segnare la porta e poi con arbitro o senza via alla partita.

Ora tutto questo e molto altro non c’è più, la mia vecchia Alessandria è cambiata e purtroppo c’è chi dice in peggio.…

Foto Salvo Agola

Foto di: Tony Frisina Salvo Agola