Il sindaco Riboldi: «Un doveroso grazie per il grande sforzo dei volontari e dei professionisti che ha portato a essere la seconda città della Provincia per numero di vaccini»

È stato superato in questi giorni il tetto delle 19 mila persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino anti Covid-19: «Un risultato importantissimo, che dimostra la voglia di Casale Monferrato di ripartire. Siamo la seconda città della Provincia per numero di vaccini, a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto dal personale dell’Asl, del Comune e dei moltissimi volontari», ha commentato il sindaco Federico Riboldi.
Oltre ai servizi attivati in questi mesi dal Comune e dagli instancabili volontari del punto informativo allestito all’interno del Centro Vaccini del Palafiere Riccardo Coppo, altri se ne aggiungeranno già nei prossimi giorni.
Da oggi, giovedì 8 luglio, è attivo, per esempio, il condizionamento delle aree vaccinali, un intervento che in questo periodo estivo è fondamentale per il benessere non solo del personale medico, infermieristico e volontario, ma anche, e soprattutto, per i cittadini in attesa.
E per proseguire sempre più spediti con i vaccini, si sta inoltre lavorando con l’Asl per organizzare i primi open day dedicati ai più giovani: «Il nostro Centro Vaccini – ha concluso Riboldi – è già dalla sua apertura un polo di eccellenza a livello regionale e con questi nuovi servizi si conferma come tale. Non dimentichiamo, inoltre, che a Casale Monferrato si sta proseguendo con le vaccinazioni sette giorni su sette!».