IL LENZUOLO, di Luisella Magnabosco

IL LENZUOLO

Restano i rasi stropicciati

dove più intensi son stati i brividi

e dove furono dolcemente serrati

restan gli aloni dei morsi umidi.

Sopra le rive dagli orli sfibrati

rimangon le pieghe accavallate

da quando con colpi dei ritmi impazziti

dai loro rimbocchi son state strappate.

Come granelli, dopo tempeste di sabbia,

gli aromi d’orgasmi ripiovon dal volo

premo il cuscino sopra le labbra

per assorbirne ancora il profumo.

Poi tengo sospeso un ultimo gemito

legato tra un palpito ed un sospiro

lo soffoco mentre, è distratto da un fremito

per poi rianimarlo, con il tuo respiro.

Luisella Magnabosco

Proprietà intellettuale riservata L.633/1941

#luisella634#

https://www.youtube.com/channel/UCsq-P28yiwAOamrTVsGtAuQ