Si trasmette il comunicato stampa sulla campagna Casale nelle tue mani per la donazione del 5×1000 al Comune di Casale Monferrato.

Casale nelle tue mani: con il 5×1000 un aiuto concreto alle mamme in difficoltà

Riboldi e Capra: «Nel 2020 la generosità dei casalesi ci ha permesso di essere al 55° posto tra le città italiane».

Casale Monferrato è tra le città più generose d’Italia! Una notizia forse scontata per chi conosce i casalesi, ma che sottolinea, ancora una volta, quanto siano pronti a impegnarsi per i più deboli e chi soffre.

Alcuni esempi? I quasi 600 mila euro raccolti durante la pandemia per aiutare chi è si è trovato in difficoltà o per acquistare mascherine e guanti quando erano introvabili. Oppure gli oltre 22 mila euro in arrivo dal 5×1000 nel 2020.

Un risultato, quest’ultimo, che ha fatto balzare Casale Monferrato al 55° posto tra le città più generose d’Italia e al 15° posto tra quelle non capoluogo di Provincia: «La generosità dei cittadini di Casale Monferrato dev’essere un esempio per tutti – hanno sottolineato il sindaco Federico Riboldi e il vicesindaco Emanuele Capra –, perché dimostra che nei momenti del bisogno è possibile contare sull’aiuto del proprio territorio. È per questo che la campagna Casale nelle tue mani per donare il 5×1000 ha avuto un ottimo successo e siamo certi che anche per il 2021 le sottoscrizioni confermeranno il risultato ottenuto».

Si ricorda che per donare il 5×1000 è sufficiente apporre la propria firma nel riquadro “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di Residenza” presente nel modello per la denuncia dei redditi: 730 o Unico PF, oppure CU (Certificazione Unica) per tutti coloro che sono dispensati dall’obbligo di presentare la dichiarazione.

La scelta di destinazione del 5×1000, del 2×1000 e dell’8×1000 non sono alternative tra loro, quindi si potranno sottoscrivere anche tutti e tre i riquadri e, soprattutto, non hanno nessun costo, perché è una quota delle tasse che già si paga.

«I fondi del 5×1000 – hanno spiegato Riboldi e Capra – devono essere destinati alle attività sociali del Comune e noi abbiamo deciso che le somme raccolte, e quelle che raccoglieremo nei prossimi anni, andranno prioritariamente a progetti per le mamme in difficoltà. Un impegno concreto che si aggiunge ai molti già avviati in questi due anni».

Casale Monferrato, 14 luglio 2021

Federico Riboldi ed Emanuele Capra