Garavelli. Medico: Un nuovo Mostro a tre teste, il nuovo IRCCS Piemontese

Mi sono formato in un IRCCS, il Policlinico San Matteo di Matteo, e lavoro in una Azienda Ospedaliera Universitaria, il Maggiore della Carità di Novara. Sono sempre stato perplesso della trasformazione dei due Ospedali di Alessandria e Casale in IRCCS. 

Ma soprattutto la politica, tutta trasversalmente, desiderosa di piantare bandierine, sta lavorando in questo senso. Nel frattempo il Nosocomio di Alessandria è diventato Sede della Scuola di Medicina dell’ Università del Piemonte Orientale. 

Lo Albese è sempre stato un Territorio economicamente forte, ora lo è anche politicamente. 

Lì è stato costruito un “grande” Ospedale, quello di Verduno, che deve per forza essere utilizzato. Non sorprende quindi che il nuovo IRCCS Piemontese da bipolare diventi tripolare, come riportato da “Lo Spiffero”.  Così anche i Politici di cola’ avranno le loro bandierine. 

Ne hanno tanto bisogno quando finirà Covid! È vero che in questo Mondo informatizzato un IRCCS con tre teste in decine di chilometri è possibile, ma a me lascia perplesso non solo per gli aspetti logistici ed organizzativi , ma per le rivalità di campanile fra Politici e Primedonne da copertina , che potrebbero insorgere … 

Queste considerazioni non saranno gradite da molti, ma sono pragmatiche e sincere.