Non ti ho cercata

Da quel giorno lontano,
tra le pieghe del tempo,
non t’ho cercata mai, né mi hai cercato.
Conservavo di te
un fiore viola antico
perso in un vecchio libro, mai sfogliato.
Nell’assenza di te, nel tuo dolore,
la ragione e la colpa del mio essere.
Ora mi torni all’improvviso al cuore,
ritorna la memoria,
sul tuo sorriso lento,
ed io ricordo come
t’illuminava a poco a poco il viso.
Amarti e non amarti,
essere mare e riva,
e perdersi nel vento, alla deriva.
Da quel giorno lontano,
tra memoria e rimpianto,
non t’ho cercata mai, né mai ti ho pianto.

GPG (Giuseppe Pippo Guaragna)