FUOCHI DI SICILIA

Profumo delle ginestre,
oh maestoso venticello!
possenti o nobili lauri;
contemplando vann’
questo tempo passato…

oh vestigi…
spirito leggendario;
contemplando le calanche di mezzogiorno ,
farfalle volteggiando
l’aere in festa!
Oh dolce melodia campestre,

risento quel gusto di fuoco
sulla pelle salmastra,
vann’ l’onde sensuali e dolci,
occultando il mare
di grazia e di bellezza!

Io vedo Agrigento,
celebrar le muse,
oh sole di sicilia;
crepando i peloritani,
fusa è la pietra cocente,
aranceti colmar
di zucchero le labbra!

quegli aromi di piacer;
e torridi baci sfavillanti,
oh dolci mimose in festa!

sotto il sole di sicilia
rovente,

scivolavo
immensamente al fondo,
la mia lingua maestra ,
“nel tuo ombelico” 
morir…   
“e poi  rinascere”!

ORIENTE 

Volsi gli sguardi
dissipati tra la nebbia,
soffusa d’oriente;
dove mistico
parve un canto
oh! inobliabili terre!
Mite è il silenzio
in questa sinfonia di colori, rivestita di splendori d’oriente!
Danzano,
lungimiranti Vergini
nelle maestose selve;
d’ocre deserto
                                          
fuoco e sale   
cosparso tra le bianchi belve.
Mi abbevero alla fonte
e mi rivestii d’un sogno
d’oro di Persia, non cedo
il mio sacro soglio,
nudo… mi sciolsi di marea
                                       contemplando,
cosparso
da quell’eterno volto.

VIVI

Soffio d’indifferenza
gioia eterna o vana gloria,
                                                 semplicemente contempla
l’essere…
la monade,
struttura della vita
fonte del pensiero
(Unus in Pluribus).
                                  
                                      
                                      

Massimo Del Zio nasce a Milano il 15 luglio  1963.
Poeta, scrittore e drammaturgo , laureato in lettere e musicologia nel 2003 alla Sorbona a Parigi; ottiene la  Laurea honoris causa in lettere antiche e filosofia nel 2009 – e 2010 a Roma.
Nominato  accademico  Tiberino a vita il 21 luglio 1986 nella classe Letteratura e musica ” della celebre ” Pontificia Accademia Tiberina a Roma ”
di corrente Leopardiana , pubblica nel 1984 a Roma con Gabrielli Editore le famose Poesie Morali.
Ottiene numerosi e prestigiosissimi premi tra cui il 1° Oscar D’oro della città di Capri 1987 l’autore è insignito di sette medaglie d’oro in Letteratura e musica.

Massimo Del Zio