Il fatto Quotidiano

Per il Movimento 5 stelle sarà difficile votare la fiducia sulla riforma della giustizia se il governo non farà alcuna modifica. E i 5 stelle intendono tenere alcuni punti fermi sui reati di mafia, terrorismo e corruzione. È un messaggio indirizzato a Palazzo Chigi quello pronunciato da Giuseppe Conte durante l’incontro con i deputati dei 5 stelle. L’oggetto del confronto tra l’ex premier e i parlamentari è stato proprio lo stato d’avanzamento della trattativa con Mario Draghi sulla riforma di Marta Cartabia. Ieri Conte ha ottenuto dal premier e dalla guardasiglli un’apertura alle sue richieste: nessuna improcedibilità nei giudizi su reati di mafia e terrorismo. E dunque il meccanismo della “tagliola” che fa morire i processi se non si concludono in due anni in Appello e uno in Cassazione non varrebbe per quel tipo di crimini. “C’è un confronto costruttivo con Draghi, ma ho chiarito che la proposta come originariamente formulata pone problemi serissimi al Movimento. In pochi giorni capiremo se le nostre richieste hanno trovato accoglimento o meno. È chiaro che una prospettiva di fiducia alla riforma senza alcune modifiche sarebbe per noi difficile“, ha detto il capo in pectore del M5s durante l’incontro coi parlamentari, secondo l’agenzia di stampa Adnkronos.

Sorgente: Riforma Cartabia, Conte ai deputati M5s: “Difficile votare la fiducia senza modifiche. Punti fermi su mafia, terrorismo e corruzione” – Il Fatto Quotidiano