– Il Fatto Quotidiano

La campagna vaccinale non si allarga nelle fasce più a rischio né scatta tra il personale scolastico, che rischia di ritrovarsi con l’obbligo di green pass alla riapertura delle scuole. L’ultimo report settimanale del governo fotografa una situazione di lentezza nella somministrazione di prime dosi tra gli over 50 e un sostanziale stallo tra docenti e personale Ata.Come nelle ultime settimane, i ritmi – per lo più dovuti a un’adesione sempre meno convinta in alcune fasce della popolazione – sono sostanzialmente lumaca. E senza uno scatto, atteso con l’introduzione del certificato verde, si arriverebbe al 2022 prima di coprire tutti coloro che hanno più di 50 anni che finora non hanno potuto (o voluto) vaccinarsi, cioè 4.641.302 persone. I dati sono lampanti, ad iniziare dal personale scolastico: secondo le tabelle della Struttura commissariale guidata dal generale Francesco Figliuolo restano da vaccinare 220.605 persone, il 15,06%. Il 23 luglio, erano 222.132.PUBBLICITÀ

Sorgente: Vaccino, è stallo tra i docenti negli ultimi sette giorni. Poche prime dosi anche tra i 60enni: in un mese solo 186.861 su 1,4 milioni di ‘scoperti’ – Il Fatto Quotidiano