Il Prof. Matteo Bassetti a Novi d’Autore. mrg

Si trasmette il comunicato stampa Comune di Novi Ligure: Novi d’Autore, Bassetti rinuncia al rimborso spese.

Comunicato Stampa

L’AMMINISTRAZIONE: UN GESTO CHE GLI FA ONORE

Novi d’Autore, Bassetti rinuncia al rimborso spese

In seguito alle polemiche sollevate dal Partito Democratico e rilanciate da alcuni social network, il prof. Matteo Bassetti ha comunicato di voler rinunciare al rimborso spese propostogli dall’Amministrazione Comunale per la sua partecipazione alla rassegna culturale “Novi d’Autore”.

In merito alla vicenda, il Sindaco di Novi Ligure, Gian Paolo Cabella, e l’Assessore alla Cultura, Andrea Sisti, hanno dichiarato: «Un gesto che fa onore al prof. Matteo Bassetti, oggetto di una polemica politica incomprensibile, che non oscura certo il riscontro avuto dall’iniziativa presso i cittadini novesi. Dispiace vedere che, invece di una doverosa solidarietà da parte di tutti per l’accesa contestazione dei no vax, arrivino addirittura critiche. Il prof. Bassetti si aspettava la polemica dei “no vax”, ma non un attacco politico strumentale che rischia di alimentare teorie lontane dalla scienza. Nel suo complesso, la rassegna “Novi d’autore” ha unito la qualità e la varietà degli eventi al costo molto contenuto degli stessi e, anche nel caso del prof. Bassetti, professore ordinario, infettivologo tra i più noti a livello internazionale, e della dott.ssa Sara Manfuso, ottima professionista televisiva, molto attiva a livello sociale, abbiamo impegnato meno risorse di quanto comunemente si fa in occasioni simili. E questo grazie soprattutto alla disponibilità del nostro ospite, che ogni giorno, a proprio rischio, è in prima linea per una corretta informazione e contro la malattia.

In accordo con il professor Bassetti, che ha chiesto di devolvere in beneficenza il rimborso spese per la partecipazione alla rassegna, l’Amministrazione si impegnerà ad utilizzare la cifra in questa direzione, sostenendo iniziative legate alla pandemia».

Dal Palazzo Comunale, 02 agosto 2021                                                                                   L’Ufficio Stampa