PARLA PER ME

Parla per me
ora che non ho più voce
e le notti
senza cieli di stelle
vuote di parole e sospiri
raccontano di una canzone
ormai stonata…
E provo ad afferrare brandelli di noi
da ricordi arrotolati con raggi di luna
e nascosti nel profondo Universo
che sempre più ci restituisce
giorni indifferenti
e gelidi di sorrisi…
E trascino la vita
strattonandola
e vivendola di riflesso
perchè vuota di te
dei tuoi sorrisi..
Parla per me
ora che ancora puoi
toccare un cuore
dove ancora fai rumore
e passeggi indifferente
spargendo scuse e pretesti…
Rotoli giù dalla mente
a raggiungere il suolo
dove lacrime scendono
e nascono fiori
con cuori puliti…
Un silenzio irreale
soffoca i miei pensieri
che tracciano rotte insolite
per raggiungere un luogo lontano
dove stendersi a terra
chiudere gli occhi
e cercare la leggerezza che desidero!

© Copyright Legge 633/1941
Paola Varotto