Racconti: Frammenti… di Gregorio Asero

Frammenti…

…Da qualche tempo i pensieri corrono al tempo passato e inevitabilmente vanno alla donna che amai e che non è più fra noi, ma che amo ancora. Lo so, la distanza che mi separa da lei è oramai incolmabile e allora capita che intavoli con lei lunghe chiacchierate. Mi capita di raccontarle come è diverso adesso il mondo rispetto al tempo in cui in cui eravamo insieme.

Gli racconto le mie nuove bugie e immagino che lei mi guardi con quel suo dolce viso in modo un poco severo, ma per finta si intende. Lo immagino che socchiude i suoi dolcissimi e verdi occhi mentre abbozza un sorriso indagatore e mi dice: «ma dai, non dire stupidate». Per poi vederla sorridere e canzonarmi come faceva a quei tempi. Allora la mia mente ritorna al tempo passato e mi rimprovero di non averle dedicato il tempo che lei meritava.

Queste emozioni sono in grado di entrare nel mio vecchio e arido cuore e vanno ad accomodarsi in un angolo della mia mente riservato solo alla sofferenza, dilatando il tempo in uno spazio infinito…