TUTTO È SILENZIO INTORNO

Non c’è ragione alcuna,
in questo folle andare
come bilie impazzite,
rotolare nel buio
come sfere celesti,
serve del fiammeggiante.

Sono vuote di sabbia,
e tempo, le clessidre,
vecchie pendole stanche,
e meridiane sghembe,
contano false ore
che scorrono rovesce.

Tutto è silenzio intorno,
nel gelo della notte,
solo voli di corvi,
messaggeri del nulla,
mute stanno le torri,
e sorde le campane.

Non c’è speranza alcuna,
né sogni da sognare,
sterili, terra e semi,
negano primavera,
s’alza muto un lamento
tra macerie e dolore.

GPG (Giuseppe Pippo Guaragna)