La bimba sulle spalle del papà, di Giorgio Orelli, recensione di Elvio Bombonato

La bimba sulle spalle del papà
ha visto i passeri amorarsi, e poi
litigare nel mercato
fra loro e coi piccioni della piazza
per un pezzo di pizza.
O come quando Alessia
va con la sabbia in mano
a bagnarla nel mare
e un attimo si siede in poco d’onda,
torna di corsa e s’asciuga … la faccia,
e ride anche il gabbiano che ha lasciato
proprio lì la sua traccia.

GIORGIO ORELLI
Ritratto della figlioletta nella piazza del mercato, e poi al mare: la bimba gioca e si diverte, come il papà che la osserva.
Due poesiole leggere, tratte dalla raccolta “I collo dell’anatra” 2001, infantili, colorate, allegre, scritte da un padre innamorato della sua bambina. Un inno alla gioia di vivere: come si è felici a quell’età, mai più nella vita.

Ulteriori dettagli su Giorgio Orelli

https://it.wikipedia.org/wiki/Giorgio_Orelli