Pier Carlo Lava intervista Natalia Castelluccio, poetessa e blogger

Ciao Natalia ci vuoi raccontare qualcosa di te, della tua città e cosa fai nella vita oltre a scrivere?

Ciao
Sono nata a Napoli e sono napoletana verace (come si dice dalle mie parti)
Amo la mia città anche se vivo in Liguria.
Napoli ha mille colori e sfumature e chi vive o nasce lì poi ne assume inevitabilmente i colori e sapori. Questa città mi ha dato i natali e mi ha trasmesso tutto ciò che poi mi ha fatto crescere, nel bene e nel male. Sono orgogliosa di essere una napoletana nel mondo.
Ora vivo in Liguria con mio marito e ho un bambino meraviglioso.
Dedicandomi a loro e alla mia passione che è scrivere pensieri parole e poesie dettate dal cuore.


Quando hai iniziato a scrivere cosa ti ha spinto a farlo?

Da ragazzina, non ho mai scritto il classico diario, ma annotavo i miei stati d’animo, i miei sentimenti sia di tristezza che di gioia. Tutto ciò che il cuore mi dettava, era uno sfogo. L’ho fatto sempre durante tutta la mia vita e continuerò a farlo.

So che hai viaggiato molto ce ne vuoi parlare?

Si, ho viaggiato molto e spero di continuare a farlo. Ho sempre amato visitare e conoscere il mondo con la sua varietà di paesaggi, cibo, culture e conoscere tante persone. Per me viaggiare è un’espressione felice della libertà.

Poeti si nasce o si diventa?

Poeti si nasce, è un talento che hai dentro poi si sa bisogna coltivare e far crescere tutto ciò che è amore e sentimento.

Non è infrequente trovare chi anche a livello politico ritiene che la cultura sia superflua, tu cosa ne pensi?

La cultura è il cibo dell’anima come dici tu e chi dice il contrario, trasmette ciò che non ha e cioè un’anima. Non mi meraviglio che anche a livello politico arrivi questo messaggio. Sai la sensibilità va oltre la preparazione o posizione sociale.

Parlaci della tua esperienza su Alessandria today e sul tuo blog?

Sono da poco una collaboratrice – autrice di Alessandria today e ho da poco un blog Pensieri Parole e Poesie su wordpress.
Sono felice di far parte dello staff di Pier Carlo Lava. È stata una bella sorpresa la proposta di collaborare con Alessandria Today ed è arrivata al momento giusto, nulla è a caso e questa esperienza insieme al mio blog, mi stanno dando tante soddisfazioni. Ringrazio e continuerò questa meravigliosa avventura.

Se in un futuro dispotico la cultura venisse bandita che mondo sarebbe?

Bella domanda!
Sarebbe un cielo d’estate di sera senza stelle.
La meraviglia e la poesia della vita sparirebbero.

Recentemente hai aperto una home page su You tube, una nuova esperienza?

È il canale che porta il mio nome, è un progetto nuovo, tutto in fase di sperimentazione e crescita. Non si finisce mai di imparare e mi sto cimentando in video poesie.

A un giovane che vorrebbe diventare un poeta cosa consigli?

Quello che consiglierei ad un qualsiasi giovane e cioè di ascoltare il proprio cuore, di guardarsi dentro e scoprire il mondo per poi fare tutto il resto.

Pensi di pubblicare una raccolta delle tue poesie?

In realtà già tanti anni fa, volevo farlo poi le varie vicissitudini della vita, mi hanno portato lontano da questo progetto.
Si lo farò sicuramente!
Per ora anticipo che già arriverà qualcosa da una bella proposta che ho ricevuto, partecipando ad un concorso di poesia.
Non dico altro, è una sorpresa!

Un sogno nel tuo cassetto?

Il mio sogno nel cassetto è sempre stato, fare il giro del mondo e si sa per realizzarlo, ci vuole tempo e denaro.